expat life

Come vivere all’estero ti cambia

Si sa, vivere all’estero porta cambiamenti, che lo si voglia o meno. Ci sono cose che non puoi portarti da casa e alla cui mancanza bisogna abituarsi. Così come bisogna abituarsi a nuovi ritmi e usanze. Vi si può reagire in modi differenti: c’è chi fa resistenza e chi si abbandona alla corrente. A volte penso a quando sarà il momento di tornare in Italia, se saprò riabituarmi e sopravvivere allo shock culturale “al contrario”. Qualche tempo fa mi sono resa conto di non essere pronta a lasciare la Cina, cosa che in fondo, già sapevo da un po’. Continue reading “Come vivere all’estero ti cambia”

Europa · viaggi

Throwback: Macedonia e Kosovo

Siccome questo è pur sempre un blog di viaggi (che parolone!), ma alla fine dei giochi si parla quasi solo di Cina, oggi voglio fare un salto indietro nel tempo per narrarvi di un luogo che mi è rimasto nel cuore: la Macedonia! Rileggendo, qualche giorno fa, un articolo che avevo scritto per una testata con cui collaboravo all’epoca mi sono ricordata perché ho amato tanto questo paese ingiustamente trascurato dai più.

La Macedonia non ha solamente un nome che fa subito simpatia, ma anche una capitale che possiede, forse, la più alta densità di statue per metro quadrato. Se siete nati in Macedonia e siete stati una figura di relativa importanza nazionale la vostra effigie troneggia sicuramente per le strade di Skopje. Per me Skopje è la capitale europea dell’architettura kitsch. Questo è il primo motivo per cui non si può non amarla. Continue reading “Throwback: Macedonia e Kosovo”

Cina · expat life

15 cose strane che si possono vedere in Cina

Da un po’ di tempo volevo scrivere un post sulle cose bizzarre che si possono vedere in Cina e quale miglior momento di una torrida giornata d’agosto quando le temperature a Xi’an sfiorano i 40 gradi? Nella speranza che questo afosissimo mese giunga presto alla fine ecco 15 cose che forse non sapete sulla Cina e sul vivere qui: Continue reading “15 cose strane che si possono vedere in Cina”

Cina · expat life · viaggi

Hua Shan 华山: camminare nel vuoto

Prima di decidermi ad andare a Hua Shan ho sempre oscillato tra il voglio farci trekking assolutamente” e il “nemmeno morta”, fin da quando ho visto le immagini su internet per la prima volta. Il monte Huà shān 华山 è facilmente raggiungibile da Xi’an: il treno impiega 30/40 minuti ed è talmente a portata di mano che se non fossi andata sapevo me ne sarei pentita. Considerata una delle cinque grandi montagne sacre della Cina la sua fama si deve ai suoi spaventosi percorsi, tipo la Plank Walk: Continue reading “Hua Shan 华山: camminare nel vuoto”

Senza categoria

Yangshuo: la Rimini cinese

Rieccomi a continuare il resoconto del viaggio dopo mille anni. Immagino che nominare Guilin e Yangshuo ai più giustamente susciterà lo stesso effetto del proverbiale covone di fieno nel deserto, nonostante siano tra le mete più belle in Cina. Ad ogni modo, dopo mille peripezie arriviamo in quella che ho ribattezzato la Rimini cinese. Che poi a Yangshuo non c’è nemmeno il mare, ma il fiume Li con i “paesaggi più belli del mondo” (chiedete a chiunque in Cina) e quindi possiamo anche sbattercene. Finalmente liberi dalle grinfie del tour organizzato che ci ha tenuti in ostaggio per tutto il giorno ci dirigiamo verso la famosa West street. Continue reading “Yangshuo: la Rimini cinese”

Cina · expat life · viaggi

Viaggi da incubo – China edition

Salutata Hong Kong siamo ripartiti per Guilin e Yangshuo. Passiamo la dogana e siamo a Shenzhen, nessuno capisce più una parola d’inglese, siamo tornati nella Cina continentale. Facciamo la trafila di rito per: ritirare il biglietto del treno – coda per entrare in stazione – coda ai controlli – coda per salire sul treno e finalmente ci accasciamo ai nostri posti. Quando siamo quasi arrivati a Guilin il paesaggio è già incredibile, scorgiamo le distese di montagne verdi per cui questa regione è famosa, mi stupisco perché sembrano sconfinate ma anche per gli altri passeggeri cinesi del tutto indifferenti: chi dorme, chi chiude le tende infastidito dal sole. Continue reading “Viaggi da incubo – China edition”